Opere d’interesse storico-culturale

Lana vanta un cospicuo numero di opere d’interesse storico-culturale. In effetti, sul territorio comunale, si contano più di 40 chiese e cappelle, conventi e monasteri risalenti a 10 secoli diversi. Una delle opere più famose è sicuramente l’Altare Schnatterpeck, custodito nella chiesa parrocchiale di Lana di Sotto. Si tratta effettivamente di un capolavoro tardogotico tra i più interessanti dell’Alto Adige. Per non dimenticare poi tutte le fortezze ed i castelli non solo di Lana, ma anche dei paesi limitrofi, che custodiscono veri e propri tesori artistici, pittori e artigianali.

Imperdibili  sono il Labirinto della Tenuta Kränzl e il Museo della Frutticoltura di Lana, il „Knottnkino” (cinema naturale all’aperto) e i Giardini di Castel Trauttmansdorff. Molto suggestivi anche i numerosi sentieri tematici/didattici: tra questi l’Itinerario Scultoreo e il Sentiero didattico sul castagno. 

”Personale molto cordiale, che ci ha aiutato sempre.”

Aline, marzo 2018  tripadvisor

Sentiero didattico sul castagno a Foiana, Lana
Il sentiero didattico sul castagno a Foiana sopra Lana.
Schnatterpeckaltar nella chiesa parrocchiale di Lana
Il famoso altare di Schnatterpeck nella chiesa parrocchiale di Lana.
Chiesa, attrazioni a Lana
Lana ospita oltre 30 chiese e cappelle e molti conventi.
Museo di frutticoltura a Lana
Un decimo della produzione europea delle mele proviene dall‘Alto Adige.
Il museo di frutticoltura a Lana di sotto
Lana possiede l'unico museo di frutticoltura dell'Alto Adige.
Il giardino-labirinto nella tenuta di Kränzel a Cermes
L'antica tenuta Kränzel ospita un giardino-labirinto.

In soli 15 minuti di cammino si arriva dalla Pensione Weingarten alla stazione a valle della Funivia di San Vigilio che in pochi istanti conduce sul Monte San Vigilio, la montagna di casa della zona. Il paesaggio è caratterizzato dal bellissimo panorama dolomitico, le numerose case di villeggiatura storiche e la famosa Chiesetta di San Vigilio.

Altare Schnatterpeck

La chiesa parrocchiale di Lana di Sotto costituisce uno degli esempi più belli del tardogotico altoatesino. Il pregevole altare su cui si innalza il trittico intagliato da Hans Schnatterpeck è noto ben oltre i confini regionali. Con oltre 14 m di altezza e 7 m di larghezza, l'altare Schnatterpeck, custodito nella chiesa parrocchiale di Lana, è il più grande trittico dell'intero arco alpino. Intagliato in legno di castagno e riccamente dorato, l'altare è considerato una delle opere d'arte gotiche più significative e spettacolari dell'Alto Adige.

Ulteriori informazioni: Altare Schnatterpeck

Museo della Frutticoltura

Lana è la principale fra le più antiche comunità di frutticoltori dell'Alto Adige e ciò rende il paese il luogo ideale per ospitare un percorso museale sulla storia della frutticoltura. Le circa 500 aziende agricole di Lana raccolgono ogni anno l’incredibile quantità di 60.000 – 70.000 tonnellate di mele. La visita al museo della frutticoltura regala una suggestiva visuale della realtà contadina dell’Alto Adige.

Ulteriori informazioni: Museo della Frutticoltura

Giardino labirinto Kränzl

La tenuta tardogotica Kränzl è presente a Cermes da più di 650 anni ed è particolarmente versatile: contemporaneamente é tenuta vinicola, ristorante, giardino labirinto, galleria d’arte e luogo di meditazione. Il giardino labirinto di 20.000 m2 è un capolavoro artistico inserito tra vigneti. Inaugurato nell’agosto 2006 è in continua trasformazione.

Ulteriori informazioni: Giardino labirinto Kränzl

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

I Giardini di Castel Trauttmansdorff di Merano si sono trasformati in pochi anni in una delle mete escursionistiche più amate da turisti e locali. I Giardini sono considerati tra i più belli d’Europa. Su una superficie di 12 ettari si raggruppano 80 paesaggi botanici di tutto il mondo. Il gioiello architettonico dei Giardini è sicuramente il sontuoso Castello di Trauttmansdorff

Ulteriori informazioni: I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Knottnkino

Uno spettacolo unico e contemporaneo è rappresentato sicuramente dal singolare “Knottenkino” di Verano – un belvedere del tutto particolare. Una specie di “cinema” naturale che offre una panoramica mozzafiato sul magnifico scenario montano della zona. Una vera proiezione da Oscar!  30 posti a sedere invitano allo spettacolo e offrono una panoramica unica del Parco Naturale del Gruppo di Tessa, le Dolomiti e il Penegal. Il “cinema” è stato ideato nel 2000 dall’artista Franz Messner

Ulteriori informazioni: Knottnkino

Itinerario scultoreo

L’itinerario scultoreo, unico nel suo genere, è un progetto paesaggistico-culturale in continua evoluzione. L’itinerario si estende sul pittoresco sentiero lungo la Roggia di Brandis e lungo la passeggiata della Gola di Lana, proseguendo per la passeggiata Länd fino al biotopo del Rio Valsura. Lungo la passeggiata si scopre passo dopo passo come artisti provenienti da tutto il mondo si siano confrontati con il paesaggio e le sue diversità, interpretandolo in maniera individuale e artistica. 

Ulteriori informazioni: Itinerario scultoreo

Sentiero didattico sul castagno

Nel cuore del paese di Foiana, sopra Lana, parte il sentiero didattico sul castagno lungo 2 km. Si tratta di un percorso circolare è pianeggiante che porta a scoprire i castagneti coltivati esclusivamente secondo i metodi della tradizione. Il sentiero didattico spiega, in 10 stazioni, l'importanza storico-culturale dell'albero di castagno per Lana e i suoi dintorni.

Ulteriori informazioni: Sentiero didattico sul castagno